necessario, per altro, delle nostre attività.ImmaginaTango-copia

Iniziamo, in ordine cronologico, dall’importante serata del 3 luglio 2015, a Tortona. In occasione della presentazione al Museo del Divisionismo Pinacoteca Fondazione C.R. Tortona di due opere di Cominetti, ‘Tango‘ e ‘Maxixe‘, è stata proiettata la prima parte di un filmato antologico, curato da Cristina Savelli, che raccoglieva le immagini che il cinema ha proposto del Tango dal 1912 agli anni più recenti.

La ricerca video completa è stata presentata il 24 luglio, in collaborazione con Il Circolo del Cinema di Tortona, al D Caffè Cultura e Territorio. Un’ora e mezzo, con più di 70 estratti: un viaggio fra le “immagini attraversate dal Tango e il Tango attraverso le immagini”.

Da Max, professeur de tango, 1912 di Max Linder, con Max Linder a The Four Horsemen of the Apocalypse, 1921 di Rex Ingram, con Rodolfo Valentino passando da Sangue bleu, 1914 di Nino Oxilia, con Francesca Bertini, proseguendo con alcuni classici del cinema e gli imprescindibili The Tango Lesson, 1997 di Sally Porter e Tango, 1998 di Carlos Saura fino a giungere ad una contemporaneità che ha riletto ed inserito il Tango anche in spot pubblicitari, videoclip, ecc.

header_fb_ConvegnoFIC

A settembre (dal 25 al 27, Bergamo) si è svolta la terza parte del convegno di studi A SPASSO TRA DIVI E DIVINE (1990-oggi) organizzato dalla FIC – Federazione Italiana Cineforum, in collaborazione con Università di Torino – DAMS – Centro Ricerche Attore e Divismo (CRAD), Università di Pavia – Dipartimento Studi Umanistici Sezione Spettacolo, Università degli Studi di Bergamo, Laboratorio 80, Lab 80 film.

Francesca Brignoli ha presentato il suo intervento “Percorsi accidentati. Mickey Rourke” (con antologia-sequenze di Filippo Ticozzi), nell’ambito di un programma ricco, davvero straordinario come ricchezza e varietà di attori e attrici studiati e per il calibro degli interventi.

 

12088370_1713721432193692_7984721954757218162_n

Francesca Brignoli e Cristina Savelli si sono incontrate a Tortona in occasione del Convegno “Io, Orson Welles” – Suoni, imprevisti, pensieri, visioni, parole per il centenario di un … gigantesco autore-attore. Nella serata di venerdì 23 ottobre, che anticipava il convegno vero e proprio, insieme a Nicola Santagostino, hanno presentato il film antologico su Welles “regista di lungometraggi conclusi”: “Da Marte ai Motion Pictures”.

Il convegno organizzato e promosso dal Circolo del Cinema di Tortona, Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, FIC – Federazione Italiana Cineforum e Tortona360, ha visto la partecipazione di alcuni tra i maggiori esperti italiani dell’opera cinematografica e teatrale di Welles (guardare il programma… )

Inoltre, Francesca Brignoli sarà a FAScinA – Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi, che si svolge a Sassari dal 5 al 7 novembre. Il programma completo del Forum è visibile qui. Il suo intervento sarà su “Uomini nel cinema di Liliana Cavani. Strategie di libertà”

Infine, si è concluso il lavoro di documentazione video che ha visto Cristina Savelli seguire per diversi mesi un progetto promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, Ufficio V, Ambito territoriale della provincia di Firenze e da il servizio Educazione alla Salute della ASL di Firenze, nell’anno scolastico 2014/15.

Il progetto DIARI DI SCUOLA, giunto al suo secondo anno, è un progetto basato su ‘Life Skills Education in School‘ (Organizzazione Mondiale della Sanità, 1993), a cui hanno aderito sette Istituti Comprensivi di Firenze e della provincia. Il film, che racconta come sia nato il progetto, cosa siano le “Life Skills” e come possono essere materia di insegnamento nelle discipline scolastiche, si sofferma sul lavoro svolto nelle classi con i bimbi e i ragazzi e si avvale del contributo delle promotrici, organizzatrici (e entusiaste sostenitrici) di questo approccio educativo: Stefania Polvani, Direttore Educazione alla Salute della ASL 10 di Firenze e Cristina Benvenuti, docente incaricata Supporto dell’Autonomia scolastica Ufficio scolastico Regionale Toscana, a cui si è aggiunto Carlo Testi, già Dirigente scolastico all’Istituto Comprensivo Gandhi di Firenze, quale esperto e “amico critico” nella Ricerca-Azione.

Il film (2015, 50’03”) è stato proiettato il 13 ottobre nella Sala Bianca dell’Educandato S.S. Annunziata, Piazzale Poggio Imperiale 1 (Firenze) e sarà presto on line.

Con la pubblicazione del teaser, si vuole ringraziare il compositore della musica originale, Marcel Ortega i Martí, e Azzurra Steri che ha eseguito le musiche.

 

un ringraziamento speciale alle insegnanti che hanno dato la loro disponibilità ad essere seguite da una videocamera durante il loro lavoro

*****

Annunci

cinema-e-1cinema-e-2

Le Edizioni Falsopiano e l’Istituto per la Storia della Resistenza della Provincia di Alessandria, in collaborazione con il Circolo del Cinema Adelio Ferrero, presentano

CINEMA E STORIE
Inquietudini e speranze della scena contemporanea

(terza edizione)
Una giornata con il regista Alessandro D’Alatri
Alessandria, giovedì 23 aprile 2015

Il convegno avrà svolgimento a partire dalle ore 10 presso la sala del Consiglio Provinciale di Alessandria, in piazza della Libertà, e si
concluderà alla sera con la proiezione, presso il cinema Kristalli, in piazza Ceriana, alle ore 21,15, del film “La febbre”.

Ospiti dell’edizione 2015 saranno il regista Alessandro D’Alatri, la studiosa di cinema e saggista Meris Nicoletto, il critico cinematografico e
psichiatra Ignazio Senatore.

Il convegno sarò condotto da Roberto Lasagna, direttore editoriale delle Edizioni Falsopiano, e da Luciana Ziruolo (voce narrante), direttore dell’Istituto per la Storia della Resistenza della Provincia di Alessandria.

Programma

Ore 10.00. Saluto agli ospiti e inaugurazione del convegno a cura di Carla Nespolo, presidente ISRAL.
Ore 10.30. Viaggi in Italia. Roberto Lasagna introduce il mondo poetico di Alessandro D’Alatri.
Ore 11.00. Proiezioni di sequenze dei film di Alessandro D’Alatri.
Ore 11.20. Dentro il cinema. Ignazio Senatore e Alessandro D’Alatri raccontano il lavoro del regista per il cinema, i media, la pubblicità.
Ore 11.45. Proiezione del documentario di Liliana Cavani “La donna nella resistenza” con commenti Alessandro D’Alatri e Francesca Brignoli.

Pausa pranzo

Ore 15.00. Meris Nicoletto, introdotta da Davide D’Alto, racconta il suo rapporto con il cinema e presenta il suo ultimo libro “Donne nel cinema di
regime”.
Ore 15.30. Sequenze e immagini della femminilità nel cinema del fascismo. Commenti di Meris Nicoletto.
Ore 16.00. Presentazione di Quaderno di Storia Contemporanea, numero monografico dedicato a “cinema e resistenza” in occasione del settantesimo della Liberazione.
Intervengono Laurana Lajolo, Carla Nespolo, Cesare Panizza e i critici Mathias Balbi, Francesca Brignoli, Umberto Calamita, Fabio Francione, Nuccio Lodato, Barbara Rossi, Saverio Zumbo.
Ore 21.15. Proiezione, presso il cinema Kristalli, del lungometraggio “La febbre” di Alessandro D’Alatri. Introduzione e commento di Ignazio Senatore.

Orson-Welles-Quarto-Potere-b

E’ appena uscito per Edizioni Lindau il volume di Nuccio Lodato e Francesca Brignoli sul film più leggendario della storia del cinema: Quarto Potere (Citizen Kane, 1941) di Orson Welles.

Il saggio si pone all’interno della riflessione sull’autore, nel centenario della sua nascita (Kenosha, Wisconsin, 6 maggio 1915) e della sua prima, mitologica, opera cinematografica. Sono presenti nel libro, oltre alla storia del film, un’ampia sezione all’interno della quale sono analizzate le sequenze del film e una sezione dedicata ai principali interventi critici dall’uscita del film fino ad oggi.

Presto gli appuntamenti dove incontrare gli autori.

Nuccio Lodato, già docente di cinema all’Università di Pavia, dal 1981 collabora a «Cineforum».
Francesca Brignoli, laureata in Storia e critica del cinema a Pavia, dove lavora presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia, ha pubblicato il volume Liliana Cavani. Ogni possibile viaggio (2011).

La loro collaborazione ha portato all’uscita di due splendidi volumi editi da Le Mani-microart’s: Ingrid Bergman. La vertigine della perfezione (2010) e Marilyn Monroe. Inganni (2014).

 

10689976_10152676558925886_7449952013331752730_nInaugura il 28 febbraio (alle ore 16) la mostra di arte contemporanea DA FUORI, curata dallo storico dell’arte Silvia Ferrari Lilienau con la collaborazione del giornalista Simone Zeni.

Chiamato a interpretare il tema della mostra è l’artista Maurizio Godot Villani con una personale che sarà anche occasione per esporre significative opere del suo percorso.

Il progetto, coordinato dalla Coop. Soc. Gli Aironi, è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano e al prezioso supporto del LeoClub Vigevano, dello Studio d’Architettura Aldo Baletti, di Beaubart Firenze e di Digyland Design.

Dalla mostra nascerà anche un catalogo, pubblicato da Edizioni Altravista, mentre il periodico free-press di viaggi e On the Road News sarà media-partner.

LA MOSTRA INAUGURERÀ SABATO 28 FEBBRAIO ALLE ORE 16. LA STAMPA E LA CITTADINANZA TUTTA SONO INVITATE PRESSO LA PINACOTECA CIVICA CASIMIRO OTTONE (MUSEI CIVICI LUIGI BARNI, CASTELLO SFORZESCO, VIGEVANO). Gli spazi dedicati alla mostra sono quelli di Saladieci, recentemente restaurati.

https://www.facebook.com/events/329551473913164/?fref=ts

 

Per maggiori info:

Pinacoteca Casimiro Ottone dei Musei Civici Luigi Bani (Castello Sforzesco)  ||   tel.: 0381 691 928 / 0381 693 952

orari: dal martedì al venerdi: 14:00 – 17:00

sabato / domenica /festivi: 10:00 – !7:30

chiuso il lunedì

 

 

Senza-titolo-51In questa seconda edizione, la Residenza intende supportare la ricerca di un artista che abbia già intrapreso un percorso leggibile, e che impieghi il soggiorno pavese per proseguire la sua ricerca e tradurla in un’opera che entrerà a far parte della collezione permanente della Scuola.

Impegni dell’artista vincitore

L’artista vincitore lavorerà al suo progetto presso la sede di Ar.Vi.Ma., senza limiti di orario.

Dovrà essere indipendente nel reperimento dei materiali necessari, non disponendo l’ Ar.Vi.Ma. di attrezzatura propria.

Durante la sua permanenza, l’artista dovrà relazionare al direttore artistico sul lavoro in corso, con cadenza settimanale. Terrà inoltre almeno un incontro con il pubblico (conferenza e/o workshop).

L’opera realizzata sarà esposta in Santa Maria Gualtieri o in altro spazio adeguato.

Agevolazioni e borsa di studio

Spazio di lavoro: sede Ar.Vi.Ma.,Viale Nazario Sauro 5, Pavia

Alloggio: Collegio Cairoli, Pavia

Vitto a carico di Ar.Vi.Ma. (pranzo e cena)

Borsa di studio: euro 1.500,00

Le spese sostenute per il viaggio e gli spostamenti eventuali durante il soggiorno sono a carico dell’artista.

Requisiti per la partecipazione

Il concorso si rivolge ad artisti che abbiano compiuto i 25 anni di età e non abbiano studi accademici in corso.

I candidati extraeuropei dovranno avere il permesso di soggiorno valido o provvedere in modo autonomo a regolarizzare il permesso.

Per maggiori informazione e per visualizzare il bando completo per la partecipazione, visita il sito dell’Ar.Vi.Ma.

Exodus interno

OPERAZIONE EXODUS

dal 23 dicembre 2014 al 7 gennaio 2015 Sede centrale della Provincia di Pavia – 1° piano

Con OPERAZIONE EXODUS si vuole anzitutto porgere in maniera personale gli auguri per le prossime festività ai colleghi, agli amministratori, agli utenti, ai visitatori.

OPERAZIONE EXODUS è un’opera site-specific, che nasce cioè in stretta relazione con l’ambiente in cui è stata ideata, in dialogo con lo spazio e con la dimensione storica, culturale, emotiva in cui è presentata.

Il nostro “presepe” – in cui ogni profilo professionale, munito di valigia, è in procinto di incamminarsi per varie direzioni – è quindi l’interpretazione di uno stato delle cose: è la restituzione plastica di un momento particolare per i dipendenti della Provincia di Pavia. Almeno di parte dei dipendenti o, comunque, di noi dipendenti, trasformati per l’occasione in artisti.

Siamo immersi da tempo in una dimensione di vuoto e spaesamento, talvolta umiliante, altre volte, incredibilmente, addirittura inebriante: è il primo Natale post legge Delrio. Probabilmente l’ultimo che viviamo insieme come colleghi,
nell’attesa di un temuto e insieme assai auspicato esodo.
Esodo inteso in senso biblico, e non “forneroiano” (incrociando le dita).

Sappiamo bene che il destino delle Province e con esse, sebbene non molti ne siano a conoscenza, di noi dipendenti pubblici (pubblici: parola oscena!) richiama ben poca attenzione tra i cittadini (se ci pensiamo però, anche noi dipendenti siamo cittadini… Ma questa è un’altra storia, forse) e i giornalisti.
Ma il punto non è questo.

Il fatto è invece che il lavoro – il nostro lavoro: frutto di una storia personale fatta di scelte, di studi, di esperienze, di aspirazioni, di competenze e relazioni acquisite e che vogliamo acquisire – è parte fondamentale della nostra identità.

Così come, in un certo senso, le Province – sul cui svaporamento non ci interessa intervenire – sono, tra luci e ombre, parte identitaria della storia del nostro Paese.

Ma questa non è una “operazione nostalgia”:
si sciolgano le vele, usciamo dalla mesta bonaccia, si preparino gli zaini!

Partire. Restare. Andare. Lontano da qui, lontano da dove? E soprattutto: andare a fare cosa?

Buon Natale a tutti e buon anno. E che il 2015 porti finalmente un senso e una direzione.

Virginia Campisi Barbara Galbiati Francesca Brignoli

 

Delizioso evento speciale al Circolo del Cinema Adelio Ferrero di Alessandria.

Alle ore 21,15, proiezione di Notorious – L’amante perduta (Notorious, 1946) di Alfred Hitchcock, con Ingrid Bergman, Cary Grant, Claude Rains.

Ingrid-Bergman-in-Notorious-001

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il film sarà introdotto e commentato dalla nostra Francesca Brignoli.

Al termine seguiranno brindisi per gli auguri natalizi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: