archivio

Archivi tag: il portiere di notte

A seguito dell’intervista a Francesca Brignoli sul suo penultimo libro, ci è sembrato doveroso pubblicare una parte del lavoro di Cristina Savelli preparato per la presentazione del volume edito da Le Mani-microart’s nel 2011 “Liliana Cavani. Ogni possibile viaggio”.

Il filmato ripercorre la produzione cinematografica della regista da cui sono stati estrapolati alcuni brani dai suoi principali lavori cinematografici. La durata del video, che avremmo potuto inserire nella sezione ‘Omaggi’, è di circa 20′ (2012).

E aggiungiamo che, nell’attesa di vedere il prossimo anno il suo terzo Francesco (sono in corso le riprese della miniserie televisiva prodotta dalla Ciao Ragazzi di Claudia Mori per RAI), ci piace riportare l’inizio del capitolo Attori del libro di Francesca Brignoli, in un qualche modo correlato a  quanto riportato nell’intervista televisiva:

“Nel cinema di Liliana Cavani si muovono protagonisti complessi, che sperimentano smarrimenti, consapevolezze e bagliori: al centro c’è sempre un personaggio, la sua storia, il suo “pensiero sperimentante. (…) E’ un’idea di cinema che si traduce nella scelta dell’interprete e della sua direzione, che sostanzia il film a partire dall’unità base dell’inquadratura fino all’atmosfera generale del racconto, nutrendosi della fluida, intensa rete di scambio tecnico-emotivo-creativo tra regia e attore.

(…) l’attore, poi, assume non un ruolo ma se stesso in quel film, per il quale il regista l’ha ritenuto adatto, adatto, si badi, non per le sue doti interpretative, ma per quel temperamento, per quelle fattezze umane che possiede |…| Nel cinema il regista deve trovare l’uomo che abbia i sentimenti e il corpo corrispondenti a ciò che ha intenzione di raccontare.(*)

 

 

(*)L. Cavani, “Note sull’attore cinematografico“, Centro Sperimentale di Cinematografia, anno accademico 1960-61. Il lavoro viene pubblicato in “Studium”, 7, luglio-agosto 1961.

 

Annunci

in collaborazione per una giornata dedicata a Liliana Cavani.

Il 21 marzo, presso la Casa del Cinema di Roma e in collaborazione con la Cineteca Nazionale, giornata omaggio al cinema di Liliana Cavani. Alle ore 16.00 proiezione di Il portiere di notte  (1974, durata 122’), nella copia recentemente ristampata dalla Cineteca Nazionale, opera tra le più note di Liliana Cavani e trasgressiva analisi del nazismo come luogo psichico oltre che fenomeno storico. A seguire si parlerà ampiamente della carriera della regista attraverso la presentazione di una recente pubblicazione dell’editore Le Mani, il volume Liliana Cavani. Ogni possibile viaggiodiFrancesca Brignoli. Il saggio storico-critico analizza i film di Liliana Cavani per metterne a fuoco temi e approcci produttivi.

Francesca Brignoli vive a Pavia. Ha pubblicato, con Nuccio Lodato, Ingrid Bergman. La vertigine della perfezione (Le Mani, 2010). Dal 2004 lavora presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Pavia.

MERCOLEDI 21 MARZO Sala Deluxe ore 16.00

IL PORTIERE DI NOTTE di Liliana Cavani, Italia/USA, 1974, 122’

a seguire presentazione del libro “Liliana Cavani. Ogni possibile viaggio” di Francesca Brignoli, Ed. Le Mani, 2011. Intervengono l’autrice, Liliana Cavani, Enrico Magrelli e Caterina d’Amico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: