archivio

Archivi tag: le mani

Approfittando dell’uscita del nuovo di Libro di Francesca Brignoli e Nuccio Lodato “Marilyn Monroe. Inganni”, Il Circolo del Cinema di Tortona, in collaborazione con la Libreria Namasté e l’Associazione Paolo Perduca, ha predisposto tre incontri su Marilyn Monroe.

MM_AWLa prima serata dedicata alle IMMAGINI si terrà martedì 21 ottobre 2014 alle ore 21 presso il Megaplex Stardust (ingresso libero). Introdurrà l’incontro con Francesca Brignoli Roberto Santagostino
Il secondo appuntamento dedicato alle PAROLE sarà sabato 25 ottobre ore 18 presso la libreria Namasté coordinato da Nicola Santagostino con Francesca Brignoli e Nuccio Lodato.
L’ultimo incontro dedicato alla MUSICA si terrà lunedì 3 novembre alle ore 21 presso le Music Island di Strada Ribrocca 2A di Tortona presentato da Angelo Barco con Francesca Brignoli e Nuccio Lodato.
Per le occasioni sarà proiettato il montaggio antologico di Cristina Savelli con sequenze tratte da alcuni fra i principali film realizzati da Marylin Monroe (in lingua originale).

copertina-Marilyn

Seconda tappa di presentazione del nuovo libro di Francesca Brignoli e Nuccio Lodato “Marylin Monroe. Inganni” alla galleria ONO arte contemporanea, via Santa Margherita 10, anteprima della mostra fotografica Marilyn in White (3 settembre – 4 ottobre 2014).

Anche in questa occasione sarà proiettato il montaggio antologico di Cristina Savelli con sequenze tratte da alcuni fra i principali film realizzati da Marylin Monroe (in lingua originale).

 

Ingresso libero.

Un rapido aggiornamento su alcune delle attività che hanno visto l’associazione impegnata in questi ultimi mesi.

a6_iDivi_FR.ai     A settembre, nell’ambito del Convegno di Studi A SPASSO TRA DIVI E DIVINE XXIV STUDIARE CINEMA, svoltosi a Bergamo in occasione del LXI CONSIGLIO FEDERALE della Federazione Italiana Cineforum, Francesca Brignoli è intervenuta su Marilyn Monroe, anticipando alcuni dei nuclei tematici che saranno presenti nel libro di prossima pubblicazione MARILYN MONROE. INGANNI, edito da Le Mani. Nel Convegno sono stati presentati anche i filmati antologici realizzati da Cristina Savelli INGRID BERGMAN. VERTIGINOSE EPIFANIE, 2011 (45’28”) – a cui a fatto seguito il prezioso intervento di Nuccio Lodato – e, in anteprima, MARILYN MONROE. INGANNI 2013 (27’38”).

|| Cineforumweb, 20 settembre 2013, Santi subito? di Nuccio Lodato ||

||  FB  ||

LOcandina Pasolini-page-001

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesca Brignoli, in ottobre, è stata invitata al Convegno IL MONDO DI PASOLINI TRA PASSATO E FUTURO (Tortona), intervenedo su La pazzesca razionalità della geometria religiosa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine, gli aggiornamenti del film documentario realizzato da Cristina Savelli e Cristina Crippa e Chiara Davanzo.

1376536_10152277317609466_1753580563_nSinossi. Un costruttore di mulini, uno scultore che lavora l’acciaio, un macrofotografo psichedelico, uno scavatore del passato; quattro uomini extra-ordinari raccontano la passione che li anima e che si manifesta nella costruzione e nella cura di oggetti insoliti, aprendo le porte allo sguardo dei passanti più curiosi.

  • Regista Cristina Crippa, Chiara Davanzo, Cristina Savelli
  • Titolo originale Big as Life
  • Titolo internazionale Big as Life
  • Paese ITA
  • Anno di produzione 2013
  • Formato HD
  • Produttore Alessandro Pellegrino
  • Sceneggiatura Cristina Crippa, Chiara Davanzo, Cristina Savelli
  • Interpreti Roberto Alfarano, Serafino Arienti, Pietro Camisasca, Graziano Vanzulli
  • Musiche Matita
  • Montaggio Cristina Crippa, Chiara Davanzo, Cristina Savelli
  • Fotografia Cristina Crippa, Chiara Davanzo, Cristina Savelli
  • Sound editor Cristina Crippa, Chiara Davanzo, Cristina Savelli

Il Film è stato presentato al Milano Film Festival (5-15 settembre 2013) e a Other Movie Lugano Film Festival (23-27 ottobre 2013).

Pubblichiamo l’intervista radiofonica di Rosario Tronnolone, conduttore della rubrica settimanale PUNTO E A CAPO (andata in onda il 9 gennaio 2012) a Francesca Brignoli in occasione dell’uscita del suo ultimo libro sul cinema di Liliana Cavani. Durante la trasmissione interviene telefonicamente la regista.

La durata dell’intervista è di 17 minuti.

Con l’inizio del mese di dicembre 2011, è uscito nelle principali librerie il nuovo libro di Francesca Brignoli su Liliana Cavani, edito da Le Mani in collaborazione con l’Associazione Fondo Liliana Cavani e l’Associazione culturale Beaubart.

Regista dello scandalo, per di più donna. Provocatrice, cattolica del dissenso. Intellettuale laica e trasgressiva. Tra demonio e santità. Cinema, televisione, lirica. Due cortometraggi, undici tra documentari e inchieste, sedici film. Il portiere di notte, Al di là del bene e del male e Francesco i titoli più noti di un corpus coerente per originalità d’ispirazione e audacia immaginativa, che consegna la figura di Liliana Cavani alla storia del cinema e della cultura europea.

Il portiere di notte – riflessione sul nazismo che diventa analisi dell’amore come luogo psichico assoluto – è il capitolo più altisonante di una carriera dalla spiccata vocazione cosmopolita, per contenuti, scenari, territori storici e culturali attraversati, ravvisabile anche nelle combinazioni produttive dei suoi film, in cui dirige cast internazionali (da Lou Castel a Pierre Clementi a Dirk Bogarde, da Charlotte Rampling a Erland Josephson, da Marcello Mastroianni a Claudia Cardinale, Burt Lancaster, Mickey Rourke, John Malkovich).

La sua opera è la ricerca inesausta attraverso il mistero e il bisogno dell’esserci, dove protagonisti onerosi si spostano dentro e fuori le mura della storia e del tempo in percorsi di sperimentazione continua, tra smarrimenti, consapevolezze e bagliori. I film di Liliana Cavani sono storie di uomini e donne inquieti che amano, soffrono e cercano il bello senza mai sottrarsi ad alcuna prova. Un’antropologia di eroi antieroici, esseri umani normali e insieme archetipici per una carriera artistica che ha il sapore dell’esplorazione, dove ogni film è, prima di tutto, un invito a ogni possibile viaggio nel mondo, intrapreso per scardinare certezze, luoghi comuni, insinuare dubbi, guardare da altri punti di vista. Dal Francesco del 1966 a Galileo, da I cannibali a Al di là del bene e del male a La pelle, Interno berlinese, al secondo “viaggio” nell’universo dell’assisano, dove crea con Mickey Rourke il Francesco “definitivo”, fino a Ripley’s Game e ai recenti De Gasperi e Einstein.

Un saggio storico-critico, l’analisi puntuale di tutti i suoi film (con gli apparati completi di filmografia e teatrografia) per raccontare i viaggi di Liliana Cavani, mettere a fuoco temi, luoghi e ispirazioni dell’opera di un autore anticonformista, che ha realizzato un cinema libero da dogmatismi, controverso, appassionato.

Francesca Brignoli risiede a Pavia. Nell’Università di questa città si è laureata in Storia e critica del cinema, discutendo con Lino Peroni una tesi su Liliana Cavani, alla quale ha dedicato un saggio nel volume collettaneo edito nel 2008 dalla Regione Emilia-Romagna (Falsopiano). Ha pubblicato, con Nuccio Lodato, Ingrid Bergman. La vertigine della perfezione (Le Mani – Microart’s, 2010). Dal 2004 lavora presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Pavia, come specialista di attività dello spettacolo.

Un’altra piacevolissima occasione per incontrare Nuccio Lodato e Francesca Brignoli che converseranno con la loro competenza e la loro passione su Ingrid Bergman, alla Biblioteca Internazionale di Rapallo, dalle ore 16. Ingresso gratuito.

Segnaliamo inoltre un video, realizzato e curato da Lorenzo Doretti, nel quale Claudio G. Fava recensisce il libro ‘Ingrid Bergman. La vertigine della perfezione’, edito da Le Mani (2010).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: