archivio

Archivi tag: Nuccio Lodato

cinema-e-1cinema-e-2

Le Edizioni Falsopiano e l’Istituto per la Storia della Resistenza della Provincia di Alessandria, in collaborazione con il Circolo del Cinema Adelio Ferrero, presentano

CINEMA E STORIE
Inquietudini e speranze della scena contemporanea

(terza edizione)
Una giornata con il regista Alessandro D’Alatri
Alessandria, giovedì 23 aprile 2015

Il convegno avrà svolgimento a partire dalle ore 10 presso la sala del Consiglio Provinciale di Alessandria, in piazza della Libertà, e si
concluderà alla sera con la proiezione, presso il cinema Kristalli, in piazza Ceriana, alle ore 21,15, del film “La febbre”.

Ospiti dell’edizione 2015 saranno il regista Alessandro D’Alatri, la studiosa di cinema e saggista Meris Nicoletto, il critico cinematografico e
psichiatra Ignazio Senatore.

Il convegno sarò condotto da Roberto Lasagna, direttore editoriale delle Edizioni Falsopiano, e da Luciana Ziruolo (voce narrante), direttore dell’Istituto per la Storia della Resistenza della Provincia di Alessandria.

Programma

Ore 10.00. Saluto agli ospiti e inaugurazione del convegno a cura di Carla Nespolo, presidente ISRAL.
Ore 10.30. Viaggi in Italia. Roberto Lasagna introduce il mondo poetico di Alessandro D’Alatri.
Ore 11.00. Proiezioni di sequenze dei film di Alessandro D’Alatri.
Ore 11.20. Dentro il cinema. Ignazio Senatore e Alessandro D’Alatri raccontano il lavoro del regista per il cinema, i media, la pubblicità.
Ore 11.45. Proiezione del documentario di Liliana Cavani “La donna nella resistenza” con commenti Alessandro D’Alatri e Francesca Brignoli.

Pausa pranzo

Ore 15.00. Meris Nicoletto, introdotta da Davide D’Alto, racconta il suo rapporto con il cinema e presenta il suo ultimo libro “Donne nel cinema di
regime”.
Ore 15.30. Sequenze e immagini della femminilità nel cinema del fascismo. Commenti di Meris Nicoletto.
Ore 16.00. Presentazione di Quaderno di Storia Contemporanea, numero monografico dedicato a “cinema e resistenza” in occasione del settantesimo della Liberazione.
Intervengono Laurana Lajolo, Carla Nespolo, Cesare Panizza e i critici Mathias Balbi, Francesca Brignoli, Umberto Calamita, Fabio Francione, Nuccio Lodato, Barbara Rossi, Saverio Zumbo.
Ore 21.15. Proiezione, presso il cinema Kristalli, del lungometraggio “La febbre” di Alessandro D’Alatri. Introduzione e commento di Ignazio Senatore.

Orson-Welles-Quarto-Potere-b

E’ appena uscito per Edizioni Lindau il volume di Nuccio Lodato e Francesca Brignoli sul film più leggendario della storia del cinema: Quarto Potere (Citizen Kane, 1941) di Orson Welles.

Il saggio si pone all’interno della riflessione sull’autore, nel centenario della sua nascita (Kenosha, Wisconsin, 6 maggio 1915) e della sua prima, mitologica, opera cinematografica. Sono presenti nel libro, oltre alla storia del film, un’ampia sezione all’interno della quale sono analizzate le sequenze del film e una sezione dedicata ai principali interventi critici dall’uscita del film fino ad oggi.

Presto gli appuntamenti dove incontrare gli autori.

Nuccio Lodato, già docente di cinema all’Università di Pavia, dal 1981 collabora a «Cineforum».
Francesca Brignoli, laureata in Storia e critica del cinema a Pavia, dove lavora presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia, ha pubblicato il volume Liliana Cavani. Ogni possibile viaggio (2011).

La loro collaborazione ha portato all’uscita di due splendidi volumi editi da Le Mani-microart’s: Ingrid Bergman. La vertigine della perfezione (2010) e Marilyn Monroe. Inganni (2014).

 

GhislieriUn nuovo appuntamento. Il 10 novembre, alle ore 17, nell’Aula Goldoniana del Collegio Ghislieri (Pavia), Francesca Brignoli e Nuccio Lodato presentano il loro ultimo saggio “Marilyn Monroe. Inganni” edito da Le Mani-Microart’s (2014).

Partecipano Federica Villa dell’Università di Pavia e Antonio Sacchi, Presidente del Consiglio Comunale di Pavia.

Ingresso libero.

 

copertina-MarilynMito, leggenda, icona. Ma anche, prima di tutto, attrice. A oltre mezzo secolo dalla scomparsa, Marilyn Monroe continua a essere l’immagine più abbagliante di un universo pop che di lei si è nutrito, facendone il simbolo senza tempo della bellezza e del fascino, in ragione di una sensualità ostentata e provocante, dolcissima ma disperata. Citata, clonata, omaggiata dall’anno della sua morte a oggi, è l’ultima grande star di Hollywood. Un fenomeno cinematografico, di cui il talento è stato forse l’aspetto meno indagato.

Dopo una distruttiva infanzia e una prima giovinezza difficile, i lavori umili e le scelte sentimentali poco fortunate, Norma Jean Baker inizia la carriera come modesta fotomodella e attricetta. Ma pochi anni dopo diventa “la Monroe”: in breve, grazie a formidabili apparizioni, esplosiva regina dello star system. All’ombra di una clamorosa ma contorta e sofferta vita extrafilmica, tra fulminei matrimoni da rotocalco, reiterate relazioni pericolose e ossessionanti ricoveri ospedalieri – che presto ne sovrastano tragicamente i meriti – costruisce una carriera personalissima. Eccola illuminare film leggendari, diretta anche da Huston (Giungla d’asfalto, Gli spostati), Hathaway (Niagara), Preminger (La magnifica preda). Al registro di attrice drammatica – raffinato anche grazie all’incontro con Strasberg all’Actor’s Studio – si affiancano le indimenticabili prove nelle commedie: da Il magnifico scherzo e Gli uomini preferiscono le bionde di Hawks a Come sposare un milionario per Negulesco, fino a  Quando la moglie è in vacanza e A qualcuno piace caldo con Wilder e a Facciamo l’amore firmato Cukor: come avrebbe dovuto essere anche il Something’s Got to Give tragicamente mai portato a termine.

Estrapoliamo dal n° 21 dei Diari di Cineclub, la relazione finale della FIC – Federazione Italiana Cineforum sul Convegno appena svolto a Bergamo. Una sintesi delle tre giornate e degli interventi che si sono succeduti, fra i quali quello di Francesca Brignoli su Jeanne Moreau, al quale è seguita la proiezione dell’antologia visiva sull’attrice curata da Cristina Savelli.

L’intero numero del periodico può essere scaricato qui.

 
diaricineclub_021-30

 

diaricineclub_021-31

copertina-Marilyn

Seconda tappa di presentazione del nuovo libro di Francesca Brignoli e Nuccio Lodato “Marylin Monroe. Inganni” alla galleria ONO arte contemporanea, via Santa Margherita 10, anteprima della mostra fotografica Marilyn in White (3 settembre – 4 ottobre 2014).

Anche in questa occasione sarà proiettato il montaggio antologico di Cristina Savelli con sequenze tratte da alcuni fra i principali film realizzati da Marylin Monroe (in lingua originale).

 

Ingresso libero.

Copertina_FBconvegnoSeconda tappa del percorso triennale “A spasso tra divi e divine”, il convegno di studio che la FIC – Federazione Italiana Cineforum organizza anche questo anno a Bergamo, dal 19 al 21 settembre 2014 in concomitanza con il LXII Consiglio Federale, per la serie di incontri “Vedere e studiare cinema”, ormai giunto alla XXV edizione.

Il focus di questo anno è il fenomeno attoriale e divistico nel cinema italiano e internazionale nel periodo compreso tra il 1960 e il 1990.

Una sessione speciale direttamente curata dal Centro Ricerca Attore e Divo (CRAD) del DAMS dell’Università di Torino sarà dedicata alla figura e al lavoro di Marcello Mastroianni, nell’ambito di un più vasto progetto nazionale di studio sul grande attore, che prende le mosse proprio dall’occasione bergamasca.

Una seconda sessione particolare, curata dalla Sezione Spettacolo dell’Università di Pavia, prende in esame le grandi “maschere” del periodo d’oro della commedia all’italiana. La terza sessione inquadra infine alcune figure-chiave dello scenario filmico internazionale di quel trentennio: da Jeanne Moreau a Orson Welles, da Audrey Hepburn a Clint Eastwood a Dirk Bogarde. Antologie visive anche appositamente definite, e proiezioni di film completi, integrano e nutrono i lavori del convegno, come accaduto nella precedente tornata del 2013 dedicata al periodo 1930-’60, e come previsto anche per la prossima edizione 2015, che si occuperà conclusivamente dei decenni intercorsi tra il 1990 e i giorni nostri.

Dal programma, segnaliamo la sessione di venerdì pomeriggio, introdotta e coordinata da Nuccio Lodato, nella quale interverranno Mariagrazia Fanchi, Francesco Pitassio e la nostra Francesca Brignoli, con un intervento su Jeanne Moreau. Un breve montaggio antologico con le principali interpretazioni della attrice francese, editato da Cristina Savelli, anticiperà l’intervento sull’attrice francese.

Programma

Venerdì 19 settembre

ore 15.00
Attori e divi nel cinema internazionale di fine millennio
Tre continuità esemplari: Hepburn, Moreau, Welles
Mariagrazia Fanchi, Francesco Pitassio, Francesca Brignoli; introduce e coordina Nuccio Lodato

ore 18.00
proiezione del film Gli occhi della notte (Wait Until Dark, 1967) di Terence Young, USA, 108’

ore 21.30
proiezione del film Falstaff (Campanadas a medianoche, 1965) di Orson Welles, Francia/Spagna/Svizzera, 113’

Sabato 20 settembre

ore 10.00
Studiare Mastroianni
Marcello e il cinema italiano. L’attore e divo internazionale. Il personaggio e l’immagine di genere. Ricezione e definizione del mito. Lo stile.
Workshop a cura del Centro Ricerche Attore e Divismo (CRAD) – DAMS dell’ Università di Torino
Emiliano Morreale, Mariapaola Pierini, Matteo Pollone, Franco Prono, Gabriele Rigola; introduce e coordina Giulia Carluccio

ore 13.00
Buffet (presso l’atrio dell’Auditorium)

ore 15.00
Maschere e tipi sociali del tragicomico italiano.
Metafisica e visionarietà del cinema di fabbrica. Volonté e il corpo biomeccanico. Il personaggio come stereotipo narrativo: analisi di un caso. La letteratura industriale dal boom economico alla contestazione. Sordi e il crepuscolo della maschera.
Workshop a cura della Sezione Spettacolo – Dipartimento Studi Umanistici dell’ Università di Pavia
Lorenzo Donghi, Luca Piacentini, Giuseppe Polimeni, Deborah Toschi; introduce e coordina Federica Villa

ore 18.00
Proiezione del film Break Up (1965) di Marco Ferreri, Italia/Francia, 85’

ore 20.00
Buffet (presso l’atrio dell’Auditorium)

ore 21.30
Proiezione del film Les amants (id., 1958) di Louis Malle, Francia, 90’

Il programma completo e le schede relative può essere visualizzato qui.

the-misfitsDopo il successo di pubblico ricevuto alla presentazione del saggio “Marilyn Monroe. Inganni” al Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematografico di Milano (Via Gluck 45) di Milano di sabato 2 agosto, i nostri (affettuosamente) autori, Francesca Brignoli e Nuccio Lodato sono stati intervistati da Rosario Tronnolone (Radio Vaticana). Si conferma così una tradizione iniziata con l’uscita del precedente saggio su Ingrid Bergman e successivamente con il recente libro di Francesca Brignoli su Liliana Cavani, tutti editi da Le Mani-microart’s.

L’intera puntata del programma Effetto Cinema di Tronnolone è dedicata alla diva e agli autori del saggio, uscito a 2 anni dal 50° anniversario della scomparsa.

 

La puntata ha una durata di 25 minuti.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: